1299 Views |  Like

Dream Wedding, matrimoni da favola

Strepitoso successo per l’evento Dream Wedding tenutosi il 15 Ottobre 2017 presso la Fortezza Orsini di Sorano (GR).

Il progetto itinerante “Destination Wedding” continua la sua kermesse per le città d’Italia abbracciando la nuova tendenza di utilizzare complessi storici e siti archeologici per il giorno del proprio matrimonio.

Dream Wedding, l’evento itinerante

Da Palazzo Madama a Torino al Museo Bardini a Firenze, dal Circo Massimo a Roma al Museo di Pietrarsa a Napoli fino al Tempio di Nettuno a Paestum.

Con soddisfazione delle amministrazioni locali, da Nord a Sud pronunciare il fatidico “sì” nei luoghi d’arte è un fenomeno in costante crescita.

La wedding planner ed event manager Maria Rosa Borsetti, sull’onda di questo nuovo mood, ha proposto l’evento Dream Wedding in una location del XII secolo, la Fortezza Orsini di Sorano (GR).

L’evento, tenutosi il 15 Ottobre 2017, ha visto una numerosa folla accorsa che ha potuto assistere a un coinvolgente show, con ben quattro defilé. La manifestazione, accolta con entusiasmo dal territorio e patrocinata dal Comune di Sorano e dalla Pro loco Sorano, è stata resa possibile grazie alla fattiva collaborazione della Coop. Zoe, gestore della Fortezza.

Dream Wedding sfilata

Il racconto della serata

La strepitosa serata ricca di emozioni, eleganza e performance di danza e musica è stata presentata dalla scrittrice e giornalista Iolanda Pomposelli

La Borsetti, attraverso lo show business basato sulla rivisitazione della fiaba “La Bella e la Bestia“, ha raccontato in un modo insolito una storia d’amore a lieto fine.

Come con la scena de “Il tè dei matti“, tratto da “Alice in Wonderland”, la fiaba proposta per l’Educational russo organizzato lo scorso aprile.

Presenti i suoi protagonisti: la cantante Martina Maggi, il cantante e compositore Vieri Venturi, il ballerino Marko Styler Cerroni, la ballerina Elisa Ricci e il ballerino Oscar Pomposelli.

Oscar Pomposelli e Elisa Ricci

Nel segno del Made in Italy

Valorizzare il Made in Italy in Italia e nel mondo è la sua mission, e anche questa volta si è rivolta ad una stilista che di tessuti  e disegni, di aghi e fili. La lookmaker televisiva Barbara Galimberti (che firma gli abiti di Bella) è la protagonista della favola, con il suo marchio Galimbertissima.

Ad un evento che parli di matrimoni non poteva certo mancare l’abito da sposa o da sposo. Ecco quindi l’atelier Batinelli Sposa di Rita Batinelli che ha fatto sfilare strepitosi abiti per meravigliare gli occhi e sfiorare il cuore di chi sogna il giorno delle proprie nozze.

Rita Batinelli e Mister Tuscia

Modella d’eccezione Miss Tuscia Maria Francesca Iengo che ha indossato un abito da sposa disegnato da Rita Batinelli.

Una fiaba da vivere

Oltre alla narrazione della fiaba c’è stato anche l’incontro e il racconto del territorio che ha arricchito e valorizzato l’evento.

Attraverso i prodotti tipici, le attività artigianali e le varie professionalità confluite nel progetto, è stata promossa questa parte della Maremma Toscana come Destination Wedding.

Il “tempo”, anche qui, non solo nella favola, ha giocato un ruolo da protagonista: nell’allestimento una tavola storica ha celebrato il periodo etrusco, testimonianza di queste terre, insieme al banchetto rinascimentale e alle ricchezze enogastronomiche attuali.

Un passato e un presente fortemente intrecciati. Concetto rappresentato anche grazie a Donatella Aquili, chef della farina bianca, docente dell’Università dei Sapori di Perugia, che ha proposto il pane come nel ‘500 su un tovagliato di pregiati tessuti ornamentali di Giulia Zavattoni corredato di pezzi d’artigianato de L’Etrusco di Pier Luigi Berni di Sovana.

Presenti poi le cantine Fattoria Aldobrandesca dei Marchesi Antinori di Sovana, Villa Corano di Pitigliano, La Biagiola di Sovana e Sassotondo di Sovana e i produttori locali come il Caseificio Riservo e i salumifici Boggi S.a.s.o. E ancora, il Tour Operator Terre di tufo Travel Tours di Tiziana Babbucci e le location Antico Casale Scopetone di S. Quirico e Valle Cupa di Pitigliano.

Coppie di di sposi con scarpe da ginnastica

Sviluppo del territorio

Una manifestazione importante che contribuisce alla crescita del territorio. Il Comune di Sorano può valorizzare e trarre anche beneficio economico attraverso l’attrazione dell’imponente complesso fortificato e tutto ciò che rappresenta la parte storico-artistica. 

Un modo nuovo per avvicinare i cittadini italiani e stranieri al patrimonio culturale, affinché non sia dimenticata la nostra storia né la nostra cultura. Un sistema, quindi, per recuperare ulteriori risorse e creare occupazione.

Il Vetturino” di Christian Proietti Coraggi ha proposto una sontuosa carrozza per l’ingresso di Bella, versione cantante. Perché non c’è fiaba che si rispetti senza un cocchio.

Favolosi trucchi scenici grazie al make up artist Daniele Batella ed acconciature fiabesche con Marina’s Style&Ale by Marina Codino e Alessio Montenero.

La chiusura della serata

La serata si è conclusa con una entusiasmante performance che ha coinvolto il pubblico attraverso una simpaticissima e travolgente coreografia.

Tre coppie di ballerini, in abiti da sposo e con scarpe da ginnastica, sulle note di Merry you di Bruno Mars, hanno formulato la simbolica richiesta di matrimonio, proprio come accade nelle storie d’amore.

L’organizzazione, attraverso le scarpe da ginnastica, ha voluto sottolineare, con ironia e forza allo stesso tempo, il nuovo ruolo della sposa moderna. Un nuovo punto di vista, con la rappresentazione di una sposa profondamente determinata, dinamica e in costante movimento.

La presentatrice Iolanda Pomposelli per l’occasione ha indossato un abito di Valerio Luna dell’Atelier Batinelli Sposa.

Credits Immagini: Courtesy of Press Office