1900 Views |  Like

Recensione del Corto “L’Errore” di Brando De Sica

Lerrore-di-Bando-De-Sica-scene-dal-set

di Vincenzo Abate

Directed by Brando De Sica
Starring: Catrinel Marlon
DOP: Andrea Arnone
Editing: Francesco Galli
Art Direction: Valentina Scalia
Costumes: Chiara Sabatini 

Ass. Costumes: Carlo Lucidi
Sound Design: Paolo Amici
Produced by Massimiliano Di Lodovico

Link corto: L’Errore

Opera sorprendente e davvero d’impatto questo corto realizzato da Brando De Sica, lungi però dal seguire le orme comiche e divertenti che papà Christian ha saputo percorrere nell’arco della sua lunga carriera. No, qui Brando si distacca e segue la sua strada, un percorso totalmente differente e oscuro che prende si spunto dal cinema del passato, ma di tutt’altro genere che mai ci si aspetterebbe.

Il corto “L’Errore” sembra essere, a una prima occhiata, una sorta di manifesto surrealista che deve moltissimo come influenza alla filmografia e all’arte visiva di David Lynch. Trattasi infatti di un’opera surrealista di notevole spessore e profondamente oscura e disturbante, che a tratti sembra riportare alla memoria altri lavori che la storia del cinema ha bollato come “maledetti“, basti pensare a “The Addiction” di Abel Ferrara da cui De Sica riprende alcune inquadrature e all’atmosfera rurale e al contempo stesso profondamente malata dell’abominevole “Totò che visse due volte“, grottesca e spaventosa opera del duo Ciprì e Maresco.

Catrinel Marlon

Una strada di campagna e una corsa in taxi, un percorso che sembra voler caratterizzare lo scorrere del tempo di un’intera esistenza, i sogni infranti che si disperdono nelle zone d’ombra e i bagliori di luce che donano quella speranza che ci consente di andare avanti, ma il più delle volte si tratta di una tetra illusione.

Non è esente un pesante carico di critica sociale in questo lavoro che, ispirato da “una vecchia favola raccontata una volta da qualcuno” come accennato all’inizio, tenta di raccontare e di mostrare senza l’abbellimento di ipocriti moralismi la realtà di zone profondamente colpite e devastate dalla crisi economica, famiglie ridotte alla fame e alla miseria, una condizione di difficoltà che a volte può dare vita a comportamenti aberranti e mostruosi.

L-errore-a-film-by-Brando-de-Sica

Una ragazza che viene accompagnata in taxi fino alla casa di un’anziana coppia, poveri contadini che la guardano con sospetto e in cui riconoscono quel mondo civilizzato e borghese colpevole della loro povertà. In un crescendo di tensione a tratti davvero insostenibile, De Sica ci regala quello che forse è il più grande tributo a Lynch e al suo capolavoro grottesco “Eraserhead” di fine anni settanta: la scena in cui la coppia di anziani serve la cena alla giovane avrà fatto venire in mente a ogni amante di cinema la delirante sequenza della cena in cui Jack Nance si trovava a dover prender parte.

brando de sica

La conclusione del corto, così spietato e privo di speranza, dona all’intero lavoro un’aura maledetta che affascinerà gli spettatori che avranno la fortuna di vedere questo lavoro notevolissimo. Una vera chicca grottesca e surrealista, un incubo a occhi aperti in cui il mal pensiero, il malcostume, il pensare che l’altro e il diverso (qui inteso dal punto di vista sociale) rappresenta il nemico e il colpevole delle proprie disgrazie.

Una feroce critica che Brando De Sica indirizza alla società del capitale che avvelena i suoi cittadini con uno squilibrio economico senza fine, una spaccatura che provoca solo di creare odio e rancore tra le persone che arrivano a sbranarsi a vicenda per assicurarsi lo stesso osso. Un atteggiamento distruttivo che porta a commettere atti ignobili che non colpiscono però i colpevoli di tale situazione ma altre vittime inconsapevoli, da qui l’errore che il regista ci sbatte in faccia con forza.

Una regia di spessore, una fotografia notevole con un utilizzo sapiente del bianco e nero che deve molto alle influenze del passato (come accennato in precedenza), attori perfetti nel mettere in mostra l’orrore che si cela nel buio della società. Un lavoro davvero eccezionale.

l'errore di brando de sica Lerrore-di-Bando-De-Sica-2

brando de sica catrinel marlon