Come scegliere il colore dei capelli in base a pelle e occhi 

Una delle cose belle di oggi è che abbiamo la possibilità di cambiare colore dei capelli sulla base delle nostre esigenze. Possiamo giocare con mille colori e sfumature cercando quella che ci piace di più e trovando di volta in volta una soluzione consona. 

Ma come si sceglie in modo corretto il colore dei capelli sulla base del colore della propria carnagione e di quello dei capelli? 

Non è sempre una scelta molto facile. In effetti ci sono tantissime colorazioni oggi. Non c’è semplicemente il colore ‘biondo, rosso, castano’ ma tantissime sfumature glossy e variegate che rendono necessario cercare di capire quale sia che sta meglio accostata alla nostra pelle ed ai nostri occhi. Le sfumature giuste, insomma, per far risaltare il nostro incarnato e il colore degli occhi in modo più naturale possibile. 

Ma come si fa a scegliere? Vediamo assieme qualche esempio di colorazione per scegliere quella più indicata sulla base del colore della pelle e degli occhi. Con qualche esempio e indicazione sarà possibile scegliere il migliore colore di capelli per le proprie esigenze.

Biondo 

Non esiste un solo tipo di biondo. 

Ma soprattutto attenzione. Ottenere un biondo che sia il più possibile naturale non è semplice, e soprattutto il biondo platino sta bene davvero a pochi. Bisogna quindi cercare di combinare sfumature e colori da parte di un parrucchiere attento cercando di trovare delle combinazioni che stiano bene con il colore della pelle. 

Ottenere un biondo naturale e non finto non è così semplice ma potrebbe stare molto meglio con una carnagione olivastra rispetto al biondo platino (che esalta la differenza di colore con la pelle). 

Rosso 

A volte bastano anche delle sfumature rosse per poter dare un tocco in più ai propri capelli. A volte invece serve un rosso che tenda all’arancio, che però va bene solamente per le persone con la pelle molto chiara. 

Delle sfumature ramate, invece, si accordano bene anche su chi abbia la pelle più scura. E i riflessi rossi, che sono spesso contenuti nei capelli castani, possono essere saggiamente sottolineati per evitare dei cambiamenti drastici e cercare di ottenere un risultato assolutamente naturale. 

Se quindi il ‘ginger’, un rosso acceso tendente all’arancione, è un colore poco richiesto, le sfumature rossastre invece sono più clementi perché si adattano bene anche a pelli e occhi di colori diversi. 

Alcune tendenze di oggi (capelli color pesca) sono vie di mezzo un po’ giovanili che possono risultare interessanti. 

Castano 

Il colore castano in realtà si distingue in tantissime sfumature davvero diverse. Non è facile classificarle tutte ma la buona notizia è che esiste una sfumatura per ogni tipo di pelle e per ogni tipo di occhio. 

Ad esempio se pelle ed occhi sono chiari sarebbe meglio un castano più  chiaro, mentre per carnagione scura ed occhi scuri, sta bene un castano più intenso. Se la pelle è poco luminosa è bene cercare di evitare il castano (sempre che, ovviamente, non sia il colore naturale). 

Ma ci sono anche tante altre sfumature di castano che possono essere più luminose, grazie a delle tecniche ad hoc. Stiamo parlando del Balayage, una tecnica che permette di illuminare il colore del capello castano. Ad esempio con un tono di caramello, una sfumatura molto morbida e delicata che permette di addolcire i lineamenti di chi la indossa e che è perfettamente graduale se non si vuole passare subito al biondo. Questo colore chiaro è molto delicato e naturale. Ma c’è anche una sfumatura rossa ramata per esaltare i riflessi rossi dei capelli, o un più scuro cioccolato.