Depilazione: sbagli da evitare e trucchi per ridurre dolore e rossore durante la ceretta

È arrivata la bella stagione estiva, e non esiste momento migliore per mostrare le proprie gambe con vestiti leggeri, pantaloncini corti o addirittura bikini all’ultima moda. Per apparire splendenti e non sfigurare, molte ragazze sentono la necessità di far sparire dal proprio corpo ogni traccia di peluria: ascelle, inguine e soprattutto gambe sono le zone più gettonate per ricevere la depilazione tramite ceretta. Anche se alcune persone stanno decidendo di andare contro corrente e di non ricorrere ai mezzi depilativi, soprattutto star e vip, tra le persone comuni la depilazione è ancora un must: scopriamo insieme quali sono gli errori da evitare, i trucchi per provare meno dolore e come fare per ridurre il rossore della pelle causato dalla fastidiosa ceretta.

Verificare che la pelle non reagisca ai prodotti: consigli utili

Anche se su ogni confezione di prodotti depilatori è riportata questa dicitura, la maggior parte delle donne salta a piè pari un passaggio che, invece, è più che fondamentale: la verifica di eventuali reazioni (allergiche e non) da parte della cute. A volte a causa dell’inesperienza, altre volte per ignoranza o per mancanza di tempo, sono moltissimi gli individui che si gettano sui prodotti per la depilazione senza prima testarli in piccoli lembi della propria pelle. È un errore abbastanza grossolano, che con un po’ di accortezza potrebbe risparmiare spiacevoli sorprese o dolorose irritazioni: prima di utilizzare qualsiasi prodotto per la depilazione, che si tratti di creme depilatorie o strisce di ceretta, è sempre raccomandabile controllare che l’epidermide non sia soggetta a reazioni avverse. Come fare? È semplice, basta applicare il prodotto su una porzione piccola della zona che si vuole depilare, seguendo ogni istruzione d’uso (categoricamente no ad ogni “fai da te”) ed aspettare qualche ora. Trascorso il tempo, se non si rilevano risposte problematiche nel corpo, si può usare il prodotto nella sua interessa.

Un consiglio pratico: nelle 24 ore che seguono la depilazione, si consiglia di non usare nessun prodotto traspirante profumato, né tantomeno di effettuare sessioni abbronzanti con lampade. È invece molto indicata l’idratazione della cute, per esempio con creme o gel a base di aloe vera, ideale per la riduzione di rossore ed irritazione. Anche lo scrub è consigliato in fase post-depilatoria, poiché contribuisce all’eliminazione della pelle secca e dei peli incarniti.

Massima delicatezza alla zona bikini

La zona bikini è senza ombra di dubbio la parte del corpo da trattare con massima attenzione, durante la depilazione. Infatti, lì la pelle tende a sviluppare follicoliti e irritazioni. Perciò, in tale zona è meglio optare per prodotti poco aggressivi: meglio lasciar perdere il rasoio, se non per rapidi ritocchi o per zone difficili da depilare altrimenti. È preferibile sfruttare invece prodotti adatti a zone sensibili, ed evitare la dolora ed approssimata ceretta inguinale. Esistono prodotti multilama di ultima generazione che garantiscono comfort, rispetto della cute e risultati altrettanto efficaci, anche in breve tempo.

Una tecnologia sempre più in voga è quella della depilazione laser al diodo 808 nm (spesso chiamata anche “luce pulsata”): questo sistema, indicato per cuti sensibili e facilmente irritabili, ritarda la crescita del pelo e favorisce una pelle liscia e priva di peluria. Purtroppo, funziona al meglio su donne dalla carnagione molto chiara.

La classica ceretta

Per molti motivi, la ceretta resta uno dei metodi più apprezzati per rimuovere i peli, soprattutto in Italia. Esistono trucchi e consigli per alleviare il dolore dello “strappo”: anzitutto, meglio non depilarsi durante il ciclo mestruale poiché questo comporterà maggiore dolore, essendo un periodo di maggiore sensibilità cutanea. In secondo luogo, è utile trattare la pelle depilata con prodotti esfolianti che sollevano peli incarniti e cellule morte. Gli esperti consigliano anche di preparare la pelle, immergendola in acqua calda prima della depilazione, lasciandola in ammollo per qualche minuto favorendo la dilatazione dei pori.