Differenza tra microblading e dermopigmentazione: come scegliere il miglior trucco semi permanente

Microblading o dermopigmentazione? Quando si parla di trucco semi permanente la decisione è complessa. Entrambe le tecniche permettono di creare contorni e trucchi cosmetici su occhi, sopracciglia e labbra che non si eliminano con lo struccante a fine giornata. Sono l’ideale per chi ha poco tempo per truccarsi, oppure per chi ha una scarsa manualità ma vuole essere sempre in ordine. Vediamo le differenze tra le due operazioni!

Profondità di iniezione del colore

Con il microblading il colore viene portato a 0,5-0,8 millimetri di profondità, come un vero tatuaggio. Il colore viene depositato con aghi molto sottili. Con la dermopigmentazione la macchina posa il colore massimo a 0,01 millimetro di profondità, molto più in superficie.

Guarigione

Il microblading guarisce in circa un mese dall’applicazione. Sono necessarie cure specifiche, come quelle riservate ai tatuaggi, e possono formarsi croste che non devono assolutamente essere grattate per non ferire la pelle, rischiare infezioni e portare via il colore. Con la dermopigmentazione servono circa 10/15 giorni di guarigione. Dopo circa due mesi dalla prima applicazione, la dermopigmentazione va ritoccata.

Per cosa si usano

La dermopigmentazione viene usata prevalentemente per:

  • mascherare cicatrici
  • ricolorare l’aerola del seno dopo un intervento di correzione chirurgica
  • per simulare la presenza di capelli dove non crescono più a causa dell’alopecia
  • per delineare in modo naturale le sopracciglia, specie nelle aree di minor spessore

Il microblading si usa invece per:

  • delineare il profilo delle labbra, emulando la presenza di un contorno di matita
  • delineare gli occhi imitando la presenza dell’eyeliner
  • disegnare le sopracciglia “pelo a pelo”, per un effetto naturale, se eseguito da una mano esperta

Quanto dura

La durata dei trattamenti è estremamente soggettiva e dipende da abitudini di pulizia e tipologia della pelle: sulla pelle grassa il colore tende a sbiadire più velocemente.

La dermopigmentazione non dura più di 6/7 mesi, mediamente. Il colore iniettato con aghi per il microblading dura circa un anno.

Il costo

Il costo è simile sia per la dermopigmentazione che per il microblading: si parla di non meno di 400/500 euro per la correzione delle sopracciglia, fino ai 1000/1200 in caso di artisti con una manualità molto spiccata, lunga esperienza e saloni di riconosciuta qualità.

I ritocchi costano tra i 100 e i 200 euro, perché non serve un disegno preparatorio prima di iniziare il trattamento ma ci si limita a seguire il tratto già impostato nelle prime sedute.

E’ doloroso?

La maggior parte delle persone non prova vero e proprio dolore ma un pungente fastidio. Il microblading è più fastidioso della dermopigmentazione. Molti professionisti attutiscono comunque il dolore dei clienti usando creme leggermente anestetiche a base di lidocaina (o molecole simili) e trattando la pelle con impacchi freddi per ridurre il bruciore e l’irritazione.