Beauty

Ecco come fare la ceretta in casa in modo efficace

La ceretta è una tecnica di depilazione particolarmente efficace, che permette di sbarazzarsi dei peli e di rendere lisce tutte le parti del corpo trattate.

Se non si ha la possibilità di andare dall’estetista, o se si ha intenzione di risparmiare, è anche possibile farla in casa propria e in autonomia.

Già, ma come fare la ceretta in casa? In questo articolo offriamo alcune utili indicazioni a riguardo.

Come fare la ceretta in casa: la ceretta a caldo

La ceretta a caldo offre risultati molto soddisfacenti. Il materiale utilizzato per questa tecnica aderisce bene ai peli e li rimuove dalla radice senza spezzarli. Rende possibile il tutto grazie al calore, la cui azione apre i pori.

Si tratta però del metodo di ceretta più difficile, per cui occorre valutare bene se procedere in questo modo o magari optare per la ceretta a freddo, descritta nel paragrafo successivo.

La cera può essere acquistata in profumeria, al supermercato o nei negozi specializzati nei prodotti per estetiste. Può essere scaldata a bagnomaria o su un apposito fornellino. È meglio la seconda opzione (quella del fornellino, che mantiene la temperatura costante), perché con il metodo a bagnomaria la cera rischia di raffreddarsi più facilmente oppure di risultare troppo calda rischiando di scottarsi.

Deve poi essere raffreddata un po’, prima di procedere con la sua applicazione.

Può essere spalmata sulla zona che si desidera depilare attraverso una spatolina, seguendo il verso di crescita dei peli.

Fatto questo, stendere una striscia di stoffa sulla cera applicata, e poi toglierla con decisione in contropelo, attraverso un unico movimento.

È un sistema di depilazione che può risultate particolarmente doloroso, sconsigliato a chi soffre di capillari fragili, in quel caso puoi cercare online per una crema depilatoria per una rasatura più delicata e meno fastidiosa: ce ne sono tantissimi in questa recensione sulle migliori creme per la depilazione.

Come fare la ceretta in casa: la ceretta a freddo

La ceretta a freddo è un metodo molto più semplice rispetto a quello a caldo e anche più sicuro, perché in questo caso non c’è il rischio di scottarsi. Inoltre, è il sistema ideale per chi ha vene varicose e capillari fragili.

Le strisce per la ceretta a freddo sono reperibili facilmente in diversi negozi e anche online. Se ne trovano in diverse misure.

Una volta posizionata la striscia sulla zona da trattare, procedendo seguendo il verso di crescita dei peli, bisogna poi rimuoverla in contropelo con un movimento unico e deciso.

Lo svantaggio di questo sistema è che a volte i peli possono spezzarsi, e ricrescere incarniti. Esistono però vari metodi per rimuovere i peli incarniti. Una tra questi consiste nell’applicare una soluzione di sale e acqua sulla zona interessata per alcuni minuti: il pelo incarnito fuoriuscirà e potrà quindi essere strappato.

Come fare la ceretta in casa: la ceretta allo zucchero

La ceretta allo zucchero viene anche chiamata cera araba, ed ha il vantaggio di essere molto delicata sulle zone sensibili. Si usa come la ceretta a caldo, ma senza l’impiego delle strisce.

Per prepararla serve un bicchiere di zucchero, un bicchiere di acqua e il succo di mezzo limone. Occorre far cuocere acqua e zucchero in un pentolino per 3-5 minuti circa, o comunque fino a ottenere un composto simile al caramello.

Fatto ciò, aggiungere il succo di limone e mescolare il tutto.

Una volta eseguiti i precedenti passaggi, immergere il pentolino in acqua fredda, e lavorare il composto con le mani, formando una pallina.

La pallina va fatta scorrere sulla zona da trattare, seguendo il verso di crescita dei peli. Successivamente, afferrare un lembo della cera araba appena applicata, e rimuoverla in contropelo.

Cosa fare dopo la ceretta

Dopo aver concluso la ceretta, la pelle risulta molto delicata. Di conseguenza, è importante evitare di esporla a fonti di calore eccessivo per le successive 24 ore, per non aggravare la sensibilità cutanea. In questo arco di tempo è quindi meglio evitare bagni caldi, saune, vasche idromassaggio ed esposizioni prolungate al sole.

È però consigliabile una doccia con acqua tiepida per lavare le zone depilate, perché in questa fase i canali follicolari rimangono aperti, risultando più vulnerabili allo sviluppo di infezioni.

Inoltre, proprio perché dopo la depilazione i pori sono maggiormente dilatati e più soggetti allo sviluppo di infezioni, è opportuno applicare sulla pelle una crema idratante post depilazione una volta aver lavato e asciugato la parte del corpo depilata.

Potrebbe piacerti...