Intervista : Denise Delli, due chiacchiere con una delle protagoniste di Masterchef 7

by Maria Grazia Pitrelli
0 comment 601 views
masterchef-7

Your Fashion Chic ha il piacere di presentarvi una delle protagoniste di Masterchef 7, Denise Delli. E’ stata eliminata a pochissimo dalla finale,scopriamo come nasce il suo amore per la cucina, il suo percorso in Masterchef e la ricetta che ha scelto di proporci per Food&Style.

La cucina è diventata il fulcro della nostra vita. Io personalmente amo cucinare da quando ero piccola. Tu quando hai cucinato il tuo primo piatto?

Ho iniziato ad amare la cucina da bambina, in seguito a problemi avuti in famiglia dovevo cucinare, e all’età di 8 anni già impiattavo “pasta al burro”. Da lì è diventata sempre più una valvola di sfogo e adesso è una meravigliosa opportunità. Mi sento fortunata!

Come nasce la tua passione per la cucina?

La passione nasce da un’esigenza che regala gioia. Quando qualcosa ti rende felice,non fartela scappare.

Hai partecipato ad uno dei Talent (in questo caso cookingshow)  più famosi al Mondo – non solo in Italia – che è Masterchef. Come spettatrice vedendo le puntate vedo davvero una “guerra aperta” dietro quei fornelli. Raccontaci come hai vissuto tu questa esperienza.

Ho vissuto l’esperienza con allegria e pochissima competizione.Sono stata fortunata ad incontrare subito persone con le quali ho legato molto. Le guerre sono fatte per chi ha poca fantasia!

Dei giudici quale dei 4 temevi di più?

Temere è una parola che non contestualizzo in un Talent show. Posso affermare che il giudizio dello chef Klugmann e quello di chef Barbieri mi premevano molto.

chef-masterchef
Masterchef 7: Cannavacciuolo, Barbieri, Klugmann, Bastianich

Hai un piatto che è il tuo cavallo di battaglia?

Un risotto alla carbonara, medesimi ingradienti ma rivisitati.

Ho letto che il tuo desiderio è quello di aprire un ristorante in un bosco. Beh come vanno i preparativi? J Dai, è ancora un tuo sogno?

I preparativi stanno procedendo molto bene, vado con calma perché i progetti al momento sono davvero tanti e a me piace fare tutto al meglio.

Certo che è sempre il mio sogno!

Dei tuoi compagni di viaggio sei rimasta in buoni rapporti con qualcuno in particolare?

Ho incontrato persone stupende che mi accopagnano anche fuori, con i quali ho stretto un meraviglioso rapporto di amicizia. Per ci ha seguiti sarà ovvio ma Simone, Manuela, Francesco e Rocco sono stati la vera vittoria del programma.

masterchef-7

Masterchef 7 è stato vinto da Simone. La sua storia mi aveva molto commosso. Avresti fatto vincere qualcun altro al suo posto?

NO! E non aggiungo altro. La vittoria è sempre stata sua, era il migliore e l’ha sempre dimostrato.

Tuoi progetti futuri?

i progetti futuri sono il perseguire quelli passati: ristorante, eventi, show cooking e l’insegnamento che è una cosa meravigliosa. Piccolo progetto aggiunto di recente. Dopo il diploma da chef conseguito in una scuola di alta specializzazione voglio conseguire anche quello di Pastry Chef.

Per la nostra sezione Food&Style ti va di proporci un bel piatto da condividere con i lettori?

Ma certo per voi, triglia d’inverno!Potete trovarla anche sul libro che ho pubblicato con Simone.

Your Fashion Chic ringrazia Denise Delli per questa intervista e per aver condiviso con noi la sua esperienza in Masterchef e il suo amore per la cucina!

Procedimento:

 
Per la crema di topinambur:
Cuocere a vapore con timo limonato il topinambur (q.b), frullare, salare e passare al setaccio.

Per il contorno verde:
 Sbianchire per pochi secondi punte di asparagi, taccole tagliate a becco di flauto, cimette di rapa e pomodorini verdi, mettere subito in acqua e ghiaccio. Sbucciare i pomodorini e condire solo con olio e sale.
Mondare fave e piselli, cuocere in una padella di alluminio con solo un pizzico di acido ascorbico per 5 minuti, frullare e passare al setaccio.

Per la gelèe: 
ottenere il succo da un melograno, riscaldare a 82 gradi e aggiungere 1 grammo di Agar, versare in una placca e mettere in frigo. Appena pronta tagliare a cubetti di mezzo centimetro.

Per la triglia: 
sfilettare, spinare e togliere delicatamente le squame, posizionare su una griglia, portare l'olio di soia a 120 gradi e versare a cascata sulla triglia, salare. La coda va riparata con un foglio di alluminio, avendo cura di lasciarla ben distesa.

Impianto: 
piatto piano, crema di piselli e fave sul fondo, triglia sopra, a lato l'insalatina invernale, le gelèe e piccole gocce di crema di topinambur 

Credits Immagini: Courtesy of Denise Delli

ricetta-triglia
Triglia d’inverno

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy