Intervista: Giulia Lupetti, dalla Moda a Los Angeles accanto a Ben Stiller

by Maria Grazia Pitrelli
0 comment 650 views
giulia-lupetti-zoolander-2

Classe 1988, romana e bellissima. Lei è Giulia Lupetti, modella e attrice italiana.

Come nelle più belle storie della vita Giulia inizia la sua carriera come modella sognando di arrivare sulle vette più alte. E così è stato, dopo tanta gavetta iniziata a 15 anni Giulia Lupetti riesce a realizzare il suo sogno.

Studia recitazione con attori del calibro di Giancarlo Giannini e arriva all’Actor studio di Londra dove riesce a svoltare la sua vita e la sua carriera. Ha recitato in film come “Zoolender 2” accanto al simpatico Ben Stiller, e ha terminato da poco le riprese di “Clique”.

Your Fashion Chic ha il piacere di farvi conoscere Giulia Lupetti, scoprire i suoi progetti futuri e le sue passioni non rivelate.

Ciao Giulia! Ci racconti come da modella hai deciso di intraprendere la carriera di attrice?

Grazie innanzitutto per questa intervista. Diciamo che il vero motivo per il quale ho iniziato a intraprendere la carriera di modella era proprio finalizzato al potere trovare uno sbocco nella recitazione, è stata da sempre il mio vero grande amore insieme alla musica. Devo ammettere che amo comunque la moda, ho adorato e adoro tutt’ora lavorare come modella, ma recitare è quello che mi rende veramente felice. Il modo in cui sento di potermi esprimere al mio meglio.

A 15 anni ricordo i miei mille sogni nel cassetto, erano tanti. Tu nei tuoi 15 anni sapevi già cosa volevi diventare?

Assolutamente si, volevo aiutare le persone, volevo esprimermi tramite l’arte. All’epoca pensavo che sarei potuta essere un attrice, cantante e cardiochirurgo allo stesso momento. Con il tempo ho capito che associavo all’idea di fare il medico il mio bisogno di sentirmi attivamente utile nell’aiutare le persone. Con il tempo ho una diversa percezione e la mia idea è che curare l’anima tramite l’arte è la più grande forma di aiuto.

bellissima-attrice-italiana
Giulia Lupetti

Il mondo della Moda e del Cinema hanno in comune la creatività. Per il tuo ultimo ruolo in Clique come ti sei preparata per il tuo personaggio di script supervisor.

In Clique avevo un ruolo quello dell’officer Casa, una poliziotta diciamo un pò corrotta. Allo stesso tempo ho lavorato nella produzione come script supervisor, questo perché amo il cinema in tutte le sue forme, amo stare dietro le quinte e imparare sempre di più. Penso che sapere di più in generale soprattutto sul set sia molto di aiuto. Amo stare davanti e dietro la telecamera.

Hai recitato in  Zoolander 2 e Mission Impossible, un fil comico e un film d’azione pieno di adrenalina. Ci sveli qualche chicca top secret che succede sui set americani?

I set americani sono come i set di tutto il mondo, la differenza sta nel modo in cui ci si rapporta all’interno del set e con il team. Devo ammettere che sui set stranieri mi sono sempre sentita come parte di una grande famiglia. Per tanti giorni si passano infinite ore insieme, ci si stressa, si ride, ci si innervosisce, ma più di tutto gli americani mantengono i ruoli all’interno del team considerandoti alla pari. Mi è capitato su molti set invece di avere questa sorta di pressione del ruolo che si ricopre, qui non è cosi.

C’è un ruolo in particolare che vorresti interpretare?

Domanda difficile a cui rispondere, ce ne sono tanti. Amo i ruoli in cui c’è molta azione e molto i ruoli che sono ambientati in epoche lontane o mai esistite. Mi affascina l’idea di pensare di vivere in un tutto un altro mondo che non conosco.

Il cinema italiano e il cinema americano sono molto diversi, ma entrambi hanno un parterre di grandi attori che vivono le storie che recitano e coinvolgono il pubblico in modo straordinario. Cosa ne pensi?

Sono d’accordo, personalmente il motivo per cui sono andata via è semplicemente perché vivere qui a Los Angeles è il mio sogno da sempre. Rispetto il cinema italiano e quello americano, mi trovo meglio qui ma è una mia personale decisione.

attrice-zoolander-2-giulia-lupetti

Un attore o attrice con cui vorresti lavorare?

Maryl Streep senza ombra di dubbio, sono innamorata di lei follemente. Vorrei vederla in azione e provare ad apprendere il piu possibile.

Il mondo ormai gira intorno ai Social, tu hai molti followers su Instagram come vivi la tua popolarità e il rapporto con loro?

Assolutamente non mi sento per niente popolare, mi rendo conto che al giorno di oggi avere molti follower sia importante ed è giusto così. Personalmente cerco al mio meglio di mostrare varie parti di me, non amo stare attaccata al telefono anche se per lavoro a volte lo devo fare. Preferisco in generale vivere il momento in cui mi trovo intensamente senza avere la testa o lo sguardo su uno schermo. Allo stesso modo apprezzo come i social rendano le distanze meno lontane dei limiti fisici e di come riescano a unire persone e connettere con estrema facilità.  Penso sia una bellissima qualità quella che ci è permessa di sfruttare dai social, se la usiamo nel modo giusto.

Molte volte i followers colpiscono in maniera molto dura, come vivi queste situazioni?

Io rido, mi piace sentire cosa c’è da dire, non mi importa quello che dicono contro in se per sé, mi piace sempre rispondere bene alle persone che mi criticano. Non mi sento sbagliata, se lo sono per loro non è un mio problema onestamente. Non do importanza a cose che non mi riguardano. Onestamente sorrido sempre quando ricevo commenti negativi.

Parliamo di Moda, quali sono i tuoi stilisti preferiti?

Karl Lagherfield , Valentino, Balmain, Versace.

Ogni anno il mondo del Fashion lancia nuovi trend, secondo te qual è il capo che non dovrebbe mai mancare nel guardaroba di una donna?

Penso che un bel trench nero sia sempre elegante, fa sempre la sua bella figura e anche un maglione nero a collo alto, mi piacciono questi capi semplici che hanno comunque sempre un tocco in più.

giulia-lupetti-attrice

Dall’Italia a Los Angeles. Com’è vivere in una metropoli così?

Io mi trovo benissimo, onestamente non sento chissà quale differenza. Oltretutto ho sempre viaggiato tantissimo nella mia vita e non è la prima volta che vivo lontano dall’Italia.

Nel bene e nel male l’importante è che se parli. Cosa ne pensi?

Concordo. Non importa quello che si dica, se hai un obbiettivo e sei cosciente di quello che fai e hai una ragione per te importante nel farlo, fallo.

Progetti futuri?

Il mio short movie, scritto da me e che dirigerò io stessa, ci sto lavorando sopra e strappo il copione mille volte al giorno, però è una mia piccola sfida personale. Ho dei ruoli che sto girando e sto lavorando in alcune produzioni dunque sono molto contenta di questo momento della mia vita.

Grazie mille per la vostra intervista. Un bacio GIULIA

Your Fashion Chic ringrazia Giulia Lupetti per questa intervista. E’ stato un piacere averti tra i nostri protagonisti.

Credits Immagini: Courtesy of Press Office

attrice-italiana-los-angeles
zoolander-2-ben-stiller
giulia-lupetti-attrice-modella
cinema-giulia-lupetti

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy