Benessere

Le basi di un rapporto di coppia: come vivere bene la propria relazione

Quello tra due persone che si amano e instaurano una relazione di coppia è un equilibrio difficile e precario, messo a dura prova dagli eventi della vita. Ci sono tante situazioni stressanti che possono minacciare la stabilità del rapporto, rischiando di mandarlo in crisi.

Quest’anno, con la pandemia da Coronavirus e le sue conseguenze in termini economici, sociali e psicologici, questa verità è emersa in modo ancor più prepotente. Basta sfogliare un qualsiasi giornale per rendersi conto quanto sia stato pesante l’impatto dell’attuale situazione di emergenza sui rapporti di coppia. Si legge di boom di separazioni e divorzi dopo il lockdown oppure di un aumento esponenziale delle richieste di andare in terapia di coppia per cercare di salvare il rapporto. In molti casi, la convivenza forzata per un lungo periodo, ha fatto messo in evidenza problemi già presenti e sottaciuti, che venivano tenuti nascosti dalla routine quotidiana, ripetitiva e rassicurante.

Ma non solo.

Anche chi ha vissuto distante, separato per necessità, senza potersi vedere per mesi, ha dovuto avere a che fare con qualcosa di imprevisto e dirompente, ha dovuto fare i conti con sentimenti che non era abituato a gestire.

I momenti come questo in cui ci sentiamo confusi, storditi e senza punti di riferimento a cui aggrapparci, mettono in luce le debolezze e difficoltà della coppia, ma anche i suoi punti di forza. Dobbiamo ricordare, infatti, che la crisi non deve essere letta esclusivamente come qualcosa di negativo. Possiamo anche trarne beneficio, trasformarla in un momento di riflessione e di ripartenza.

Quando tutto ci sembra perduto, forse dobbiamo ripartire dalle basi, dalle fondamenta per capire come far stare in piedi il rapporto di coppia e rendere la propria relazione solida e duratura nel tempo. Se il tuo obiettivo è vivere bene con il tuo partner, allora sei nel posto giusto.

Vediamo insieme quali sono le basi di un rapporto di coppia e come coltivare la propria relazione perché duri nel tempo.

Quali sono le basi di un rapporto di coppia

La comunicazione e l’ascolto

Come evidenziato da molti psicologi, uno de pilastri fondamentali in un rapporto di coppia sano e duraturo è la comunicazione.

È necessario che i partner si prendano del tempo per parlarsi e ascoltarsi, senza paura di esprimere pensieri, emozioni e bisogni profondi. Stabilire un dialogo sincero è fondamentale per rafforzare la relazione, entrare in intimità e vivere in modo pieno il proprio rapporto.

Ricordati sempre che la comunicazione non avviene soltanto attraverso le parole.

Anche il modo in cui le pronunci ha un peso. C’è aggressività o comprensione nel tuo tono di voce? Uno degli errori più comuni nella comunicazione con il partner è che parliamo soltanto per rinfacciare all’altro qualcosa. Questo modo di rapportarsi è del tutto deleterio e rischia di minare le basi del rapporto di coppia.

 Ascolti con attenzione il tuo lui o la tua lei oppure non fai altro che aspettare il tuo turno per dire la tua? Questo è un altro errore frequente. Invece di prestare la dovuta attenzione, di fare un ascolto attivo, sintonizzandoci con il mondo interiore dell’altro, ci preoccupiamo soltanto di quello che risponderemo. Questo modo di agire, però, non fa bene alla coppia.

Anche quando non parlate, in realtà state comunicando. I gesti, le espressioni del viso, il modo in cui il corpo si muove nello spazio: sono tutti modi attraverso i quali ci esprimiamo in modo non verbale.

Se durante una discussione o un litigio, incroci le braccia o ti allontani, il tuo partner percepirà una chiusura, un rifiuto. Stai dando un messaggio di “chiusura”.

Sarebbe opportuno imparare non soltanto a comunicare, ma a comunicare nel modo giusto.

Avere fiducia nel proprio partner

Alle basi di un rapporto di coppia solido c’è anche la fiducia. Per costruirla ci vogliono tempo e pazienza, anche e soprattutto quando abbiamo alle spalle esperienze di abbandono e delusione che ci hanno reso diffidenti. Perché una storia vada avanti, è necessario potersi affidare all’altro, con la consapevolezza che lui o lei è in grado di proteggerci e sostenerci.

Ci sono, però, tanti motivi che potrebbero metterci in difficoltà rispetto alla prospettiva di affidarci all’altro:

  • Tradimento
  • Insicurezza e bassa autostima
  • Aspettative differenti
  • Gelosia
  • Bugie

Se senti di non provare stima per l’altro, se non senti di poter contare su di lui o lei, allora c’è un problema che potrebbe portarvi a una rottura. In queste situazioni, il primo passo da fare è quello di parlare apertamente di quel che sta accadendo, mettendo in chiaro i propri pensieri ed emozioni. Occorre trovare il coraggio di affrontare la questione e di non mettere la polvere sotto al tappetto, aspettando che le cose vadano da sé. Soltanto aprendosi al dialogo (ricordi? La comunicazione è fondamentale) potrete cercare di superare questo ostacolo che vi impedisce di rendere solida e felice la vostra relazione.

Passione, intimità e impegno alle base di una coppia che dura

Secondo la teoria triangolare dell’amore di Robert Sternberg, elaborata negli anni Ottanta, esistono tre componenti fondamentali alla base del rapporto d’amore che formano una sorta di triangolo. Si tratta  dell’intimità, della passione e dell’impegno. Tutti e tre questi elementi sono fondanti di una relazione sana.

L’intimità ha a che fare con il senso di vicinanza e di connessione profonda tra i partner, con la loro capacità di stare in relazione con l’altro essendo sé stessi, in modo pienamente autentico e sentendosi compresi e accolti. Nell’intimità c’è il desiderio di prendersi cura del proprio compagno o compagna, la preoccupazione per il suo benessere e il desiderio di conoscerlo in modo profondo.

La passione è la componente che ha a che fare con l’attrazione fisica e il desiderio, con le pulsioni sessuali ma anche con la ricerca del romanticismo.

L’impegno è quello che, in prima istanza, ci porta a scegliere di stare con qualcuno e poi a cercare di tenere vivo e alimentare il legame che ci unisce con il partner, tentando di superare insieme le difficoltà, crescendo come individui e come coppia.

Perché si realizzi l’amore perfetto o meglio completo, secondo Sternberg, è necessario che queste tre componenti siano compresenti e ben miscelate. Non è una cosa semplice.

In alcune relazioni, infatti, prevale soltanto uno di questi ingredienti.

Quando c’è soltanto un’intensa passione, per esempio, ci troviamo di fronte a un’infatuazione, un incendio che divampa rapido e che può spegnersi altrettanto velocemente. Quando, invece, c’è soltanto intimità, il tipo di relazione che si instaura è molto più vicina a quella dell’amicizia, non c’è desiderio o attrazione né volontà di trascorrere insieme il resto della propria vita. Se la relazione si basa esclusivamente sull’impegno, si parla di amore vuoto. È quel tipo di situazione vissuta dalle coppie di lungo corso, che stanno insieme da tanti anni e forse restano legate soltanto dal ricordo di ciò che è stato, senza che ci sia più un vero coinvolgimento, passione o intimità. Esistono poi tutta un’altra serie di combinazioni che possono essere approfondite in questo articolo.

Ci vogliono tempo, pazienza, amore e un lungo lavoro su di sé e con l’altro per rendere la propria relazione unica e speciale.

Potrebbe piacerti...