Sudore: ecco le cinque principali cause scatenanti che molti non conoscono

La sudorazione è una reazione naturale del nostro corpo, ed in linea generale è comodo che esista: infatti, il sudore abbassa la temperatura del nostro corpo quando è troppo elevata, come quando in estate siamo sotto al sole cocente oppure quando abbiamo svolto un’intensa attività fisica per tempo prolungato. In termini scientifici, la sudorazione eccessiva viene anche definita “iperidrosi”.

Sudare è fisiologico e fa bene, poiché il nostro corpo sfrutta il sudore per eliminare tossine che devono essere espulse. Solitamente la sudorazione produce un liquido inodore ed incolore, e l’eventuale odore spiacevole può essere causato dall’uccisione di batteri ed altri microrganismi. Questi abitano sulla nostra cute e crescono alla perfezione con il calore, per esempio nel mezzo di pieghe sulla pelle o nelle zone del corpo dove la temperatura sale assieme all’umidità.

Tralasciando casi estremi e situazioni patologiche, la sudorazione improvvisa ed eccessiva può essere causata anche da fattori differenti del calore e dell’attività fisica, ma molte persone ignorano questo: scopriamo assieme le cinque principali cause scatenanti il sudore che molti non conoscono.

Cambiamenti ormonali

Il primo fattore che causa iperidrosi, escludendo calore ed attività fisica, è il cambiamento ormonale. Quando nel nostro organismo è in atto un cambiamento delle concentrazioni di ormoni, uno dei primi eventi che il corpo attua per regolare la concentrazione del sangue è proprio la produzione di sudore. Si osserva iperidrosi, per esempio, in prossimità delle mestruazioni, in premenopausa, ma anche nelle donne incinte. Anche l’assunzione di determinati farmaci, come le pillole anticoncezionali o gli ormoni, può influenzare la quantità di sudore prodotto dal nostro corpo.

Ansia e periodi stressanti

La scienza ha scoperto che ansia e stress sono fattori predisponenti all’iperidrosi, correlata di sovente a odore pungente e sgradevole. Questo accade perché il sudore viene rilasciato da ghiandole sudoripare in presenza di calore eccessivo, mentre è prodotto da ghiandole apocrine presenti ovunque nel corpo in circostanze stressanti o in situazioni ansiose: queste ghiandole si trovano sotto le ascelle, ad esempio. Si tratta di un sudore chimicamente differenze, ricco di grassi e proteine che, mescolatosi ai batteri della pelle, origina un odore acre.

Cali di glucosio nella circolazione

Il fenomeno della sudorazione eccessiva dopo l’attività fisica energica riguarda spesso zone precise del corpo: ascelle, schiena, zona inguinale. Se si presenta in regioni anomale, per esempio come sovrabbondante sudorazione dietro al collo oppure tra la riga dei capelli, c’è una possibile causa scatenante: i cali di glucosio nel sangue. Infatti, un calo di zuccheri nella circolazione – se associata a battito cardiaco accelerato, cioè attività fisica – può favorire anche un aumento della perdita di liquidi.

Personalità molto emotiva

Il sudore sembra avere funzione comunicativa e, nello specifico, sembra veicolo di espressione di emozioni forti, come la paura, l’angoscia, l’eccitazione, la gioia. Nei soggetti molto emotivi, la sudorazione eccessiva descrive uno scudo evolutivo per difendersi dall’ambiente esterno. Non è una patologia, ma un sintomo del sistema nervoso che nasce da stimoli emotivi improvvisi e non controllabili. Talvolta l’iperidrosi riguarda determinati periodi della propria vita, e poi sparisce senza più tornare.

Dieta poco equilibrata

Studi recenti hanno dimostrato che un consumo eccessivo e smoderato di alcuni alimenti e sostanze favorisca la sudorazione eccessiva. In particolare, ci si è concentrati sul consumo di caffeina, di cibi piccanti e di spezie; questo ovviamente anche per integratori alimentari arricchiti caffeina e teina, molecole che sembrano causare un accrescimento del fenomeno di sudorazione, così come cibi piccanti e speziati – con curry e paprika, in primis. Sembra favorire la sudorazione anche il sovrabbondante consumo di carne rossa, la quale fornisce carnitina, un amminoacido che viene la flora intestinale digerisce difficilmente, donando odore pungente al sudore.